L'Osservatorio tecnologico per i beni e le attività culturali (OTEBAC) è un centro del Ministero per i Beni e le Attività culturali, per monitorare e sostenere gli istituti culturali nella realizzazione dei siti web e per una corretta digitalizzazione e accessibilità dei contenuti.
In evidenza

Qualità Web PA

In occasione dello svolgimento del convegno "Atti all'uso. L'usabilità a basso costo per i siti web delle PA", tenutosi il 29 maggio 2013 al ForumPA, sono stati distribuiti i materiali prodotti dal GLU (Gruppo di lavoro per l'Usabilità). Nell’ambito del Gruppo di Lavoro Usabilità (GLU) un percorso di lavoro molto proficuo cha portato alla pubblicazione del protocollo eGLU 1.0.

Per continuare a diffondere la cultura dell'usabilità e migliorare quindi la qualità dei siti web delle PA è stato creato uno spazio on line per collaborare, condividere gli stessi linguaggi e obiettivi, fare rete tra amministrazioni. Spazio che è da poco nato all’interno della rete degli Innovatori della PA. Si chiama “Qualità Web PA” ed è una comunità online che ha l’obiettivo di aggregare la conoscenza di funzionari e esperti intorno al tema della qualità web.

Questa comunità intende dare modo a chiunque sia interessato a temi web di confrontarsi, informarsi reciprocamente sulle iniziative in corso ed essere un luogo di incontro e confronto tra rappresentanti della pubblica amministrazione, impegnati in iniziative di miglioramento dei siti web. Nella nuova comunità si può parlare di usabilità, di accessibilità, di reperibilità e di tutto quanto è contenuto nei siti; e ancora di strumenti di misurazione e valutazione, organizzazione delle informazioni e dei contenuti, delle pagine, delle interfacce nonché delle relative modalità e flussi di lavoro, delle competenze e delle professionalità necessarie. Su Innovatori PA inoltre, si possono avere notizie di webinar, eventi, iniziative e esperienze in corso, relative non solo ai temi web, ma anche a temi affini tra cui, per fare solo pochi esempi, Comunicazione pubblica, Open Government, Trasparenza...

Open by default

Si segnala che con le recenti modifiche del quadro normativo sulla gestione del patrimonio informativo delle pubbliche amministrazioni è stato assunto il principio "open by default", effetto della conversione in legge dell’Art. 9 del Decreto Legge 18 ottobre 2012 n. 179  che modifica l’art.52 del Codice dell’Amministrazione Digitale, è opportuno adottare una politica chiara sull’uso dei dati sui siti web.

A partire dal 18 marzo 2013, scadenza dei novanta giorni previsti dalla Legge, dati e documenti pubblicati online dalle amministrazioni titolari - senza una esplicita licenza d’uso che ne definisca le
possibilità e i limiti di riutilizzo – sono da intendersi come dati aperti, quindi dati che possono essere liberamente acquisiti da chiunque e riutilizzabili anche per fini commerciali.

La norma è il cosiddetto Decreto Crescita 2.0 (http://www.altalex.com/index.php?idnot=59517). Decreto Legge 18 ottobre 2012, n. 179 recante "Ulteriori misure urgenti per la crescita del Paese" (c.d. Decreto Crescita 2.0), coordinato con la legge di conversione  17 dicembre 2012,n. 221 e pubblicato in Gazzetta Ufficiale 18 dicembre 2012, n. 294.

PA usabili - Il questionario della Funzione pubblica

Segnaliamo l'iniziativa del Dipartimento della Funzione Pubblica "Cercasi PA usabili" che ha lo scopo di censire esperienze in tema di usabilità e di miglioramento della qualità dell'interazione con i siti web
(istituzionali e tematici) delle PA.

Un breve questionario destinato alle pubbliche amministrazioni centrali e territoriali è online all'indirizzo: <https://www.surveymonkey.com/s/76WDK63>

L'obiettivo del questionario - uno degli strumenti operativi messi in campo dal Gruppo di Lavoro Usabilità (GLU), composto da rappresentanti di università e amministrazioni pubbliche - è di censire non solo le esperienze di usabilità in senso stretto, ma anche altre specifiche iniziative riconducibili all'area del miglioramento della qualità dell'interazione con i siti web delle PA, in una qualunque fase di progettazione, gestione e sviluppo dei siti.

La raccolta dei dati è finalizzata alla costruzione di una rete di contatti con le amministrazioni che intraprendono un percorso di miglioramento della qualità dell'interazione con gli utenti, allo scopo
di promuovere e diffondere la cultura dell'usabilità e delle metododologie a basso costo di rilevazione delle criticità delle interfacce.

Info per la compilazione del questionario:  06 6899 7489,  redazioneweb@funzionepubblica.it

RSS